6 cibi che non vanno mai riscaldati al microonde

6 cibi che non vanno mai riscaldati al microonde

Casa Uncategorized




Il microonde è entrato a far parte della routine casalinga di buona parte delle case italiane. Nelle nostre casa, infatti, la parola d’ordine è: risparmiare. Risparmiare tempo. Risparmiare soldi. Risparmiare fatica di mettersi ai fornelli ogni giorno.

Quindi o si opta per l’opzione forno più microonde, oppure a garantire il miglior risultato per ottimizzare i tempi ci pensa un forno multifunzione con microonde. Ad ogni modo si è rivelato un ottimo alleato, soprattutto per evitare che vengano buttai centinaia di cibi.

Per quanto riguarda, però, i cibi già cucinati, bisogna avere particolare attenzione al come vengono riproposti in tavola. Riscaldare al microonde alcuni cibi, infatti, significa alterarne la composizione e quindi arrecare danni all’apparato digestivo.

Vediamo nello specifico quali sono i 6 cibi che assolutamente non vanno riscaldati a microonde. Anche se si trattasse di un microonde con cottura a vapore.

Pollo.

Il pollo non va mai riscaldato a microonde perché questo processo di riscaldamento alimentare nelle carni bianche ne cambia la composizione proteica rendendo altamente complessa la digestione.

Sedano.

Il sedano va consumato al momento della cottura. Se usato per zuppe calde o vellutate, va considerato uno di quegli alimenti da non riscaldare assolutamente al microonde, in quanto con il calore si vanno a formare nitriti all’interno delle foglie.

Uova.

Ecco un altro alimento che va consumato solo al momento, se si intende consumarlo caldo. Altrimenti una volta cotto, se avanza è preferibile utilizzarlo in un’insalata a freddo. L’uovo, infatti, se riscaldato diventa un alimento altamente tossico.

Barbabietola.

Si tratta di un ortaggio che fa molto bene alla salute. Ma se riscaldato e portato ad alte temperature, può rilasciare un’alta percentuale di nitriti.

Spinaci.

Gli spinaci contengono naturalmente nitrati che, se sottoposti ad alte temperature, si trasformano in nitriti, che come abbiamo ben capito, in qualità composti chimici non sono affatto salutari.

Patate.

Se avanzano delle patate già cotte, è bene consumarle facendo un purè o un’insalatona condita (molto gustosa!). Le patate, infatti, se riscaldate possono essere addirittura altamente tossiche per l’organismo.