Una dieta corretta è il primo segreto per vivere a lungo

Una dieta corretta è il primo segreto per vivere a lungo

Casa

Una dieta corretta è il primo segreto per vivere a lungo

È risaputo: la cura del corpo inizia a tavola. Per vivere più sani e più a lungo, infatti, bisogna seguire una dieta corretta. L’alimentazione è fondamentale. Ma sappiamo davvero tutto quello che c’è da sapere a riguardo?

A quanto pare il processo di invecchiamento del nostro corpo dipende strettamente da come lo alimentiamo. A parlarne per primo è stato Valter Longo, lo studioso che ha dato vita alla cosiddetta dieta della longevità. Che ha poi raccolto in un libro.

Lo studioso ha, infatti, dimostrato che il cibo è un modo naturale per curare l’invecchiamento e per apportare benefici al nostro corpo. Quindi guardiamo più da vicino quale dieta alimentare bisogna seguire per vivere più a lungo.

La dieta della longevità prevede 9 punti cardinali.

  • Innanzitutto vanno consumati maggiormente vegetali e pesce. Le verdure e gli alimenti di origine vegetale, afferma Valter Longo, vanno consumati ogni giorno.
  • Vanno invece limitate le proteine. Il consumo di proteine giornaliero, infatti, deve essere pari a 0,7 grammi per ogni chilo di peso corporeo.
  • Riduzione di grassi e zuccheri. Al pari consumo dei quali andrebbero preferiti i carboidrati complessi, come il pane e la pasta integrali, e i grassi insaturi contenuti ad esempio nel salmone e nella frutta secca.
  • Assunzione di vitamine e minerali. La dieta deve essere equilibrata e quindi completa. È necessario integrare con vitamine, minerali e omega3 contenuto nell’olio del pesce.
  • Evitare cibi raffinati. Per cibi raffinati si intendono i cibi troppo trattati. In una dieta bilanciata sono da preferire, infatti, gli alimenti al loro stato naturale.
  • Due pasti e un solo spuntino. Secondo la dieta della longevità è sufficiente fare colazione, intervallare con uno spuntino leggero ed effettuare poi un solo pasto completo durante l’arco della giornata.
  • Mangiare nell’arco delle 12 ore. Mangiare la sera tardi, ad esempio, è del tutto sconsigliato e tende ad appesantirci. È preferibile, quindi, consumare i nostri pasti nelle 12 ore.
  • Digiuno. Il digiuno, di tanto in tanto, sembra essere essenziale per una sana alimentazione e un corretto stile di vita. La pratica del digiuno, infatti, apporta benefici soprattutto mentali, oltre che favorire il nostro organismo. Questo vale, ovviamente, per soggetti sani e privi di patologie croniche, al di sotto dei 65 anni.
  • Svolgere attività fisica. A quanto pare effettuare costantemente dell’attività fisica risulta essere l’ingrediente fondamentale per una vita sana e longeva. Non è necessario dedicare ore ed ore all’attività fisica. La parte più importante di questo percorso, infatti, è la costanza. Sarà sufficiente una camminata la giorno di mezz’ora, una passeggiata in bici o, se preferite, un corsa leggera.

La dieta della longevità è in realtà la premessa per uno stile di vita regolare e sano. Senza eccessi, né regimi restrittivi. Ma solo un educazione necessaria a vivere sani e a lungo con il nostro corpo.